Home page Puglia Imperiale Turismo italianoenglishdeutschfrançaisespañol češtinadanskελληνικάeesti keelsuomimagyarlietuviu kalbalatviešu valodamaltinederlandspolskiportuguêsslovenčinaslovenščinasvenskaromânăбългарски 日本語 (japanese)русский язык简体中文 (chinese)
Home page Puglia Imperiale Turismo Home Page  chi siamo  magazine  contatti  area stampa  links  stl   
  feed rss e gadget  mappa del sito  cerca   
Dimensione del carattereCarattere standardCarattere piccoloCarattere medio
Aggiungi a my.pugliaimperiale.com AGGIUNGI A MY.PUGLIAIMPERIALE.COM
Cosa Fare Pianifica il tuo viaggio Multimedia
La storia
Il territorio
Le città
Tesori dell'arte e della storia
Castelli
Cattedrali, Chiese e Santuari
Monumenti
Musei
Palazzi e Dimore Storiche
Siti Archeologici
Siti Naturalistici
Borghi
Itinerari
 
   
Tu sei Qui: Home > Dove Andare > Tesori dell'arte e della storia > Castelli > Castel del Monte
Versione stampabileVersione stampabile Castel del Monte Andria
Invia tramite emailInvia tramite email
CASTEL DEL MONTE ANDRIA
XIII Secolo
 Castelli
 La città   Altri beni in città
via castel del monte - Andria (Bat)
Telefono: (+39)0883/569997 - 080/5286237
Web Email
Vedi questo luogo sulla mappa
Il 29 gennaio 1240, l'imperatore Federico II firma un decreto diretto a Riccardo di Montefuscolo, giustiziere di Capitanata, in cui ordina di predisporre il materiale necessario alla costruzione di un castello situato presso la chiesa (oggi scomparsa) di Sancta Maria de Monte.

All'epoca la sua costruzione doveva essere giunta già alle coperture, ed essere quindi vicina al completamento. Con gli interventi di re Manfredi promossi a partire dal 1277, viene rafforzata la funzione di avvistamento e controllo del territorio che già il castello svolgeva in età sveva: il segno e la funzione di Castel del Monte come elemento di un sistema di comunicazione anche visiva vengono dunque confermati e potenziati.

Negli anni successivi il castello rimase per lo più adibito a carcere. Nel 1495 vi soggiornò Ferdinando d'Aragona, prima di essere incoronato re delle due Sicilie a Barletta. Annesso al ducato di Andria, appartenne a Consalvo da Cordova e, dal 1552, ai Carafa conti di Ruvo. Fu rifugio per molte nobili famiglie andriesi durante la pestilenza del 1656.

Fin dal secolo XVIII, rimasto incustodito, fu sistematicamente devastato, spogliato dei marmi e degli arredi, e divenne ricovero per pastori, briganti, profughi politici. Nel 1876, prima che sopravvenisse la definitiva rovina, ripresero i lavori di restauro con continuità e cautela scientifica, fino ad arrivare ai recentissimi ultimi interventi degli anni Ottanta.
 
  ITINERARI, TERRITORIO E STORIA
La strada di Federico II in Puglia
Itinerario Storico Culturale

Castelli e Cattedrali
Il territorio

Quattro passi in Puglia Imperiale
Itinerario Storico Culturale

Itinerario del Gusto lungo le Strade del Vino e dell'Olio
Itinerario Enogastronomico

I Normanni, gli Svevi, gli Angioini, gli Aragonesi
La storia

L’Archeologia preistorica
Itinerario Archeologico

Le Murge
Itinerario Naturalistico

 
  TEMPO CONSIGLIATO:  
  1 Ora e 15 Minuti   
  GIORNI E ORARI:  
Aperto tutti i giorni

Da Marzo A Settembre:
10.15/ 19.45

Da Ottobre A Febbraio:
09.00 / 18.30

  TICKET INGRESSO:  
5,00 € Intero

2,50 € Ridotto

SERVIZI DISPONIBILI:

Area Parcheggio
Bookshop / Giftshop
Caffetteria / Ristoro
Front Office
Servizi Igienici
Visite Guidate
   
 
Agenzia per l'Occupazione e lo Sviluppo dell'area Nord Barese Ofantina - s.c.a r.l.
Partita Iva 05215080721
Puglia Imperiale – Sede: Corso Cavour, 23 - Corato (BA) Italy
Tel. 080.4031933 - Fax 080.4032430
Unione Europea Ministero dell'Economia e delle Finanze Agenzia per l'Occupazione e lo sviluppo dell'area Nord Barese / Ofantina Regione Puglia Ente Nazionale Italiano per il Turismo Home Page
 
Credits
Termini di Utilizzo
Privacy Policy