Home page Puglia Imperiale Turismo italianoenglishdeutschfrançaisespañol češtinadanskελληνικάeesti keelsuomimagyarlietuviu kalbalatviešu valodamaltinederlandspolskiportuguêsslovenčinaslovenščinasvenskaromânăбългарски 日本語 (japanese)русский язык简体中文 (chinese)
Home page Puglia Imperiale Turismo Home Page  chi siamo  magazine  contatti  area stampa  links  stl   
  feed rss e gadget  mappa del sito  cerca   
Dimensione del carattereCarattere standardCarattere piccoloCarattere medio
Aggiungi a my.pugliaimperiale.com AGGIUNGI A MY.PUGLIAIMPERIALE.COM
Cosa Fare Pianifica il tuo viaggio Multimedia
La storia
Il territorio
Le città
Tesori dell'arte e della storia
Castelli
Cattedrali, Chiese e Santuari
Monumenti
Musei
Palazzi e Dimore Storiche
Siti Archeologici
Siti Naturalistici
Borghi
Itinerari
 
   
Tu sei Qui: Home > Dove Andare > Tesori dell'arte e della storia > Cattedrali, Chiese e Santuari > Santuario Madonna del Sabato
Versione stampabileVersione stampabile Santuario Madonna del Sabato Minervino Murge
Invia tramite emailInvia tramite email
SANTUARIO MADONNA DEL SABATO MINERVINO MURGE
XVII Secolo
 Cattedrali, Chiese e Santuari
 La città   Altri beni in città
strada comunale minervino lavello - Minervino Murge (Bat)
Telefono: 0883/694248
Web Email
Vedi questo luogo sulla mappa
La chiesa della Madonna del Sabato, protettrice della città, fu costruita verso la metà del XVII secolo su di una grotta basiliana scavata nel tufo, dove fu trovata dipinta sul muro un'immagine della Vergine col Bambino, oggi sull’altare della cripta.

Leggende narrano del ritrovamento di tale opera: la prima vuole che durante una battuta di caccia, alla quale partecipava anche il Principe Pignatelli, barone della Città, un cane si sia infilato in un'apertura del terreno e non sia più venuto fuori. Guidato dai latrati dell'animale, qualcuno della comitiva si rese conto trattarsi di una grotta, nella quale fu appunto scoperta l'immagine sul muro. Da allora la Madonna del Sabato fu proclamata Patrona di Minervino, mentre forse precedentemente lo era stata la Vergine Assunta.

Al di là della leggenda con molta probabilità il culto della Madonna del Sabato è stato introdotto a Minervino dai pastori transumanti. Questa ipotesi è stata avvalorata dalla testimonianza di un gruppo di abitanti di Vastogirardi (IS) che hanno identificato la Madonna del Sabato con la Madonna delle Grazie, effige  molto cara ai pastori molisani che erano soliti portarla con se durante i loro tragitti stagionali di transumanza. Il Santuario sorge infatti al centro tra i tratturelli Canosa – Monteserico – Palmira e Monte Carafa – Minervino: strade secondarie di smistamento rispetto ai tratturi insieme ai quali costituivano quella che Gabriele D’Annunzio chiamava l’ “erbal fiume silente” che collegavano le province Abruzzesi con le pianure Pugliesi: luoghi di transumanza.


La prima Cappella rurale fu fatta erigere verso la metà del secolo XVII con il patrocinio del principe Marzio Pignatelli fratello del Papa Innocenzo XII, come si può rilevare dallo stemma in pietra della principesca famiglia, collocato sull'arco che tramezza il lucernario tra le due parti dell'edificio.

Il santuario fu completato alla fine del 1700 con la definitiva edificazione della parte sovrastante la grotta, di stile neoclassico, composta da una navata ampia oltre 250 metri quadri, ove si conservano due tele pregevoli. Il Santuario si trova a 1 Km dal centro urbano.
 
 
  TEMPO CONSIGLIATO:  
  30 Minuti   
  GIORNI E ORARI:  
Aperto tutti i giorni

Orari di culto

  TICKET INGRESSO:  
Gratuito



SERVIZI DISPONIBILI:

Accesso Disabili
Area Parcheggio
Bookshop / Giftshop
Front Office
Laboratorio didattico
Visite Guidate
   
 
Agenzia per l'Occupazione e lo Sviluppo dell'area Nord Barese Ofantina - s.c.a r.l.
Partita Iva 05215080721
Puglia Imperiale – Sede: Corso Cavour, 23 - Corato (BA) Italy
Tel. 080.4031933 - Fax 080.4032430
Unione Europea Ministero dell'Economia e delle Finanze Agenzia per l'Occupazione e lo sviluppo dell'area Nord Barese / Ofantina Regione Puglia Ente Nazionale Italiano per il Turismo Home Page
 
Credits
Termini di Utilizzo
Privacy Policy